venerdì, 30 Luglio 2021
banner karmaweb
More
    HomeUfologia ed EsoterismoLinda Cortile, rapita dagli alieni e vista da testimoni?

    Linda Cortile, rapita dagli alieni e vista da testimoni?

    Linda Cortile era una giovane ragazza che risiedeva a Manhattan con la sua famiglia. Nell’aprile del 1989 contatta Budd Hopkins (tra i più rinomati studiosi di abduction esistenti all’epoca) perché sospetta di aver subito una abduction all’età di vent’anni e con il passare del tempo i sospetti diventano sempre più forti.

    La storia del rapimento

    linda Cortile

    Erano circa le 03,15 del mattino del 30 novembre di 30 anni fa, quando la signora Linda Cortile (pseudonimo di Linda Napolitano) si svegliò improvvisamente nel suo letto accanto al marito, scoprendo con orrore di essere completamente paralizzata e di essere in grado di muovere soltanto gli occhi.

    Riusci cosi a vedere tre esseri antropomorfi di piccola statura di colore grigiastro con la testa sproporzionata rispetto al corpo. I tre misteriosi esseri entrarono nella stanza fluttuando, si avvicinarono a Linda e dopo averla toccata anche lei si mise a fluttuare nella stanza in posizione fetale. Linda venne cosi trasportata fuori dalla stanza attraverso la finestra chiusa al dodicesimo piano del palazzo.

    - Advertisement -

    alieniLinda ricorda di essersi ritrovata sospesa in aria a diverse decine di metri di altezza all’interno di un fascio di luce blu e di essere stata risucchiata  all’interno di una sorta di un oggetto volante insieme ai suoi rapitori.

    Il racconto della Cortile, nonostante l’impossibilità di compiere movimenti che avrebbe potuto procurare panico, pare lucido e prosegue: ricorda di essersi ritrovata distesa, supina e completamente nuda sopra una specie di tavolo con una potente luce che la accecava. Attorno poteva distinguere alcune creature dello stesso tipo di quelle che l’avevano rapita che ora armeggiavano con strane apparecchiature. Una delle creature iniziò a trapanarle una narice, Linda perse i sensi dal forte dolore.

    Al risveglio Linda si ritrovò di nuovo nel suo letto, accanto al marito e nuovamente padrona del proprio corpo. Scopri però con orrore, una volta in piedi, che sia i figli che il marito non sembravano dare segni di vita, completamente immobilizzati. Spaventata a morte la Cortile corse in bagno a prendere uno specchietto e lo mise davanti alle narici dei figli e del marito: notò con gioia che questi avevano ripreso a respirare perfettamente.

    Questa è la vicenda che Linda Cortile avrebbe raccontato la mattina seguente all’ufologo Bud Hopkins che iniziò le indagini su quanto successo.

    Hopkins, dopo circa un anno, ricevette una lettera, due guardie del corpo, Dan e Richard, sostenevano di essere rimasti, la notte bloccati con la macchina in panne nei pressi di un palazzo all’altezza del ponte di Brooklyn e di aver assistito esterrefatti al rapimento di una donna da parte di creature non identificate.

    Le due guardie non erano sole ma sembra che nell’auto ci fosse niente di meno che l’allora Segretario Generale delle Nazioni Unite Perez De Cuellar che, però, al contrario degli uomini che lo scortavano, avrebbe in seguito preferito rimanere nell’anonimato.

    Bud Hopkins collega quanto narrato dagli agenti al rapimento della Cortile.

    Il racconto dei due uomini

    I due uomini raccontarono, in una lettera ad Hopkins, di essere usciti dall’auto e di aver visto arrivare uno strano oggetto volante che si posizionò all’altezza del dodicesimo piano di un palazzo. Videro l’Oggetto emettere un fascio di luce bluastra e videro una figura femminile in posizione fetale all’interno del raggio circondata da tre figure antropomorfe, il quartetto entrò dentro l’oggetto volante che improvvisamente assunse un colore rosso acceso e ripartì a gran velocità per poi inabissarsi nelle acque dell’East River.

    Altri testimoni

    Il ricercatore non aveva in mano solo una strampalata storia per certi versi simile ad altre storie di abduction, aveva anche dei testimoni.

    Con il passare degli anni oltre alle due guardie vennero individuati altri testimoni oculari per un totale di 24. Testimoni che, come i due agenti di sicurezza si erano trovati bloccati nelle vicinanze del ponte di Brooklyn tanto da causare un ingorgo.

     

    Viviliberamente.com vuole essere una guida nei percorsi personali di trasformazione della gente fornendo contenuti difficili da trovare o in alcuni casi anche nascosti.

    Come i nostri membri, lo staff di Viviliberamente.com è guidato dalla curiosità, dalla passione e dal desiderio di crescere, mentre continuiamo nei nostri viaggi e ricerche spirituali.

    I nostri membri ispirano la nostra stessa autenticità: la ricerca della trasformazione non finisce mai. Se c’è un argomento di cui vorresti saperne di più, faccelo sapere. Puoi anche unirti a Viviliberamente.com come autore che contribuisce e aiutarci a connettere i lettori a persone e idee che alimentano una vita consapevole. Contattaci per info.

    Saremmo inoltre veramente contenti se tu lasciassi un commento con qualche feedback qui sotto il post.
    A te prende un minuto del tuo tempo, per noi è fonte di grande soddisfazione!
    Grazie

    0 0 votes
    Gradimento Articolo
    Notifiche
    Notificami
    guest
    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments

    I NOSTRI SOCIAL

    FollowerSegui
    FollowerSegui
    FollowerSegui
    newsletter
    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

     

    In Evidenza

    Cosa sono i “Sogni Lucidi” e quali sono le tecniche consigliate

    Per sogno lucido si intende un sogno avuto in coscienza del fatto di stare dormendo, con in più la capacità di muoversi in maniera...

    ADS

    spot_img

    DA LEGGERE

    - Advertisement -spot_img
    error: Funzione di copia del testo disabilitata !!
    0
    Ti ringraziamo per ogni condivisione.x
    ()
    x