venerdì, 17 Settembre 2021
banner karmaweb
More
    HomeBenessereAlimentazioneNon v'è alcuna prova solida che bere il fluoro in realtà migliora...

    Non v’è alcuna prova solida che bere il fluoro in realtà migliora la salute dentale… anzi…

    Il fluoro viene aggiunto alla quasi totalità dell’acqua che passa attraverso i nostri rubinetti di casa. In america il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) elenca la fluorizzazione come una delle prime 10 misure sanità pubblica più importanti di del XX secolo. Ma un gruppo di organizzazioni senza scopo di lucro sta ora combattendo l’EPA su questa pratica, citando una montagna di prove che mostrano pochi benefici ed enormi rischi.

    Milioni d’individui in tutto il pianeta avrebbero, secondo alcuni esperti, subito gli effetti devastanti di una delle sostanze più tossiche esistenti al mondo: il fluoro.
    Secondo questi studiosi la somministrazione sarebbe avvenuta in maniera totalmente trasparente ai cittadini, ossia tramite l’immissione di questa sostanza negli acquedotti urbani. C’è da premettere che il fluoro è più tossico del piombo e che produce effetti devastanti sul corpo: tumori e fragilità ossea sono solo alcuni esempi.

    - Advertisement -

    Il fluoro è famoso: appare sistematicamente nei dentifrici, spacciato come baluardo all’insorgere della carie dentale. La pubblicità mette in risalto l’efficacia dei prodotti dentali contenenti Fluoro, ignorando il pericolo che esso potrebbe rappresentare. Eppure si sa che la sua assimilazione provoca disturbi fisici e psichici non indifferenti.

    Il fatto che venga addizionato all’acqua potabile rende impossibile la valutazione delle dosi assimilate.

    Non solo l’ingestione di fluoro è stata collegata a una serie di problemi di salute, ma la ricerca mostra sempre più che non migliora nemmeno i nostri denti. Anche se l’applicazione del fluoro direttamente sullo smalto del dente può forse prevenire la carie, è stato dimostrato in dozzine di studi sottoposti a revisione paritaria che l’ingestione della sostanza non ha alcun beneficio per la salute.

    “Sono spaventato dalla prospettiva di utilizzo dell’acqua come veicolo di farmaci. I fluoruri sono corrosivi veleni che produrranno seri effetti a lungo termine. Ogni tentativo di utilizzare l’acqua a questo scopo è deplorevole.” –… Condividi il Tweet

    Allora perché esattamente fluorizziamo la nostra acqua?

    L’origine della pratica è decisamente bizzarra: nel 1901, il dentista Frederick McKay iniziò uno studio di 30 anni su ciò che era noto come “The Colorado Brown Stain”.  I residenti di Colorado Springs hanno mostrato una deturpazione unica dei loro denti: pozzi marroni e screziati sono apparsi in questa popolazione con una consistenza allarmante. Tuttavia, come McKay avrebbe presto scoperto, c’era un vantaggioso compromesso per questa condizione sgradevole: le persone affette dalla “macchia marrone” mostravano una completa mancanza di carie e carie.

    Dopo un’analisi delle risorse idriche locali, McKay ha trovato una quantità insolitamente elevata di fluoruro, che ha attribuito sia alla mancanza di decadimento che alla “macchia marrone”. Oggi la “macchia marrone” è nota come fluorosi dentale e casi lievi (che producono solo striature bianche) sono presenti nel 58% degli adolescenti. Questo lieve scolorimento è stato un noto effetto collaterale della fluorizzazione sin dall’inizio, ma si pensava che il beneficio della riduzione della carie e della carie fosse superiore al rischio.

    Negli ultimi decenni, tuttavia, è emersa un’abbondanza di ricerche mediche che mostrano potenziali pericoli molto più profondi, portando a una battaglia legale in corso per porre fine a questa pratica. Il fluoro è essenzialmente tossico per l’organismo umano, anche se a piccole dosi non si percepiscono effetti acuti. Mentre i nostri reni sono in grado di filtrare il 50-60% del fluoro che consumiamo, il resto viene immagazzinato nel corpo ed è stato osservato che si accumula nel tempo in determinate aree.

    Un organo particolarmente suscettibile all’accumulo di fluoro è la ghiandola pineale, la parte del nostro cervello responsabile della regolazione del sonno e degli ormoni riproduttivi.

    A volte conosciuta come “il terzo occhio“, questa piccola ghiandola è stata collegata alle capacità metafisiche da molte culture nel corso della storia. Il filosofo e scienziato René Descartes credeva che la ghiandola pineale fosse la “sede principale dell’anima“.

    In età avanzata, la ghiandola pineale arriva a contenere circa la stessa quantità di fluoro di un dente. Mentre il ruolo della ghiandola pineale nel facilitare le capacità psichiche e l’aumento dell’intuizione è ancora oggetto di dibattito, il fatto che il consumo di fluoro influisca sulla capacità della ghiandola di funzionare è assolutamente provato.

    E non è l’unica parte del cervello che ne soffre: oltre 30 studi indipendenti hanno collegato il fluoro a una riduzione del QI infantile: uno studio del 2018 pubblicato su Occupational & Environmental Medicine ha rilevato che, per ogni aumento di 1 milligrammo per litro di fluoro in un urina delle donne incinte, la loro prole ha una media di 2,4 punti in meno di punteggi del QI all’età di 1-3 anni. Ciò fa seguito a uno studio del 2017 finanziato dal National Institutes of Health (NIH) che mostra i livelli di fluoro in utero associati a un QI più basso nei bambini di 6-12 anni.

    Gli studi sugli animali hanno mostrato altri effetti neurologici, tra cui memoria ridotta, ridotta capacità di apprendimento e persino forme lievi di danno cerebrale. Con potenziali rischi per la salute del genere, penseresti che le prove dei benefici del fluoro debbano essere piuttosto solide. …..beh, ripensaci.

    Non v’è alcuna prova solida che bere il fluoro in realtà migliora la salute dentale.

    fluoro

    In uno studio del 1989, i dati raccolti dal National Institute of Dental Research hanno scoperto che i bambini che vivono in aree in cui le riserve idriche sono fluorate hanno tassi di carie dentale quasi identici a quelli che vivono in aree non fluorate. Mentre la carie è diminuita negli Stati Uniti da quando è stata introdotta la fluorizzazione, i paesi che non aggiungono fluoro alla loro acqua hanno visto lo stesso tasso di declino della carie. Questi dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità implicano che fattori diversi dall’acqua fluorata stanno contribuendo al miglioramento complessivo della salute dentale in tutto il mondo.

    In effetti, non c’è mai stato uno studio controllato e randomizzato per dimostrare l’efficacia o la sicurezza della fluorizzazione, nonostante oltre 60 anni di consumo nelle forniture idriche pubbliche. Uno studio del 2009, finanziato dal NIH, è stato sorprendentemente il primo a esaminare l’esposizione individuale al fluoro (al contrario di vivere semplicemente in una comunità fluorurata). Non hanno trovato alcuna correlazione tra l’assunzione di fluoro e la carie.

    Considerando la ricchezza di prove scientifiche ora disponibili, il consumo involontario di massa di fluoro sembra indifendibile. Eppure l’EPA, (Environmental Protection Agency, anche USE-PA) ha respinto le petizioni dei cittadini per rimuovere la sostanza e ora sta cercando di respingere una causa che vieterebbe l’uso del fluoro ai sensi della legge sul controllo delle sostanze tossiche.

    I dispositivi di filtrazione a carbone, come quelli prodotti da Pur o Brita, non rimuovono il fluoro dall’acqua. Anche i costosi filtri ad osmosi inversa non possono rimuovere il 100% della sostanza, sebbene possano essere efficaci fino al 90%. Anche se hai il tuo pozzo o raccogli l’acqua piovana da bere, il fluoro è ancora praticamente impossibile da evitare.

    Il cibo e le bevande sono spesso preparati con acqua fluorata. E, naturalmente, non è richiesta alcuna etichettatura esplicita.

    C’è una razione giornaliera consigliata?

    La dose raccomandata varia al variare dell’età. In particolare:

    bambini fino a 6 mesi di vita è di 0,1-0,5 mg al giorno;
    da 6 mesi a 1 anno di 0,2-1 mg al giorno;
    tra 1 e 3 anni da 0,5 a 1,5 mg al giorno;
    tra 4 e 6 anni da 1,0 a 2,5 mg al giorno;
    a partire dai 7 anni da 1,5 a 2,5 mg al giorno;
    agli adulti si consigliano da 1,5 a 4,0 mg di fluoro al giorno.
    Cosa succede se ne assumiamo troppo poco?
    Essendo contenuto anche nell’acqua potabile difficilmente si va incontro a un deficit di fluoro.

    Cosa succede se ne assumiamo troppo?

    Se assumiamo troppo fluoro possiamo andare incontro a diversi problemi, alcuni dei quali anche gravi. Dosi eccessive di questo minerale alterano il metabolismo delle vitamine e  interferiscono con l’attività di molti enzimi. Tutto questo può compromettere il buon funzionamento:

    del sistema nervoso centrale,
    dei reni,
    dei surreni,
    del fegato,
    del cuore,
    degli organi riproduttivi.
    Può anche provocare:

    un ritardo nella crescita,
    portare a osteosclerosi,
    a calcificazione delle articolazioni e dei tendini.

    Cerchiamo prodotti privi di fluoro pertanto per limitare la concentrazione di fluoro nel nostro organismo dato che in altro modo è poco controllabile. Tenete a mente che se il fluoro non è citato non vuol dire che non ci sia, dovete cercare prodotti dove espressamente è scritto che non è presente come su questi rari dentifrici per esempio:

    Provate a cercarli nel vostro negozio sotto casa, non è impossibile trovarli ma nemmeno troppo facile…

    fateci sapere
    0
    Please leave a feedback on thisx

    Viviliberamente.com vuole essere una guida nei percorsi personali di trasformazione della gente fornendo contenuti difficili da trovare o in alcuni casi anche nascosti.

    Come i nostri membri, lo staff di Viviliberamente.com è guidato dalla curiosità, dalla passione e dal desiderio di crescere, mentre continuiamo nei nostri viaggi e ricerche spirituali.

    I nostri membri ispirano la nostra stessa autenticità: la ricerca della trasformazione non finisce mai. Se c’è un argomento di cui vorresti saperne di più, faccelo sapere. Puoi anche unirti a Viviliberamente.com come autore che contribuisce e aiutarci a connettere i lettori a persone e idee che alimentano una vita consapevole. Contattaci per info.

    Saremmo inoltre veramente contenti se tu lasciassi un commento con qualche feedback qui sotto il post.
    A te prende un minuto del tuo tempo, per noi è fonte di grande soddisfazione!
    Grazie

    2 Commenti

    5 1 vote
    Gradimento Articolo
    Notifiche
    Notificami
    guest
    2 Commenti
    I più nuovi
    I più vecchi I più votati
    Inline Feedbacks
    View all comments
    Gian Paolo Bars
    Gian Paolo Bars
    1 mese fa

    Ora pare certo che subiamo da decenni danni dall’immissione di fluoro nell’acqua grazie alle formidabili verità scaturite dal progresso della Scienza. Tra qualche anno la super Scienza potrà indicare a… Leggi il resto »

    Piero Scamarcio
    Piero Scamarcio
    Reply to  Gian Paolo Bars
    1 mese fa

    Beh io non credo che sia così semplice come dici (per fortuna). credo che se fosse possibile una cosa del genere l’avrebbero già fatto, non lo sapremmo nemmeno e non… Leggi il resto »

    I NOSTRI SOCIAL

    FollowerSegui
    FollowerSegui
    FollowerSegui
    newsletter
    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

     

    Il caricamento

    In Evidenza

    Cosa sono i “Sogni Lucidi” e quali sono le tecniche consigliate

    Per sogno lucido si intende un sogno avuto in coscienza del fatto di stare dormendo, con in più la capacità di muoversi in maniera...

    ADS

    spot_img

    DA LEGGERE

    - Advertisement -spot_img
    error: Funzione di copia del testo disabilitata !!
    2
    0
    Ti ringraziamo per ogni condivisione.x
    ()
    x