Tempo stimato di lettura: 7 minuti

“È tutto nella mente”, afferma Arnold Schwarzenegger. Un multimilionario, magnate immobiliare di successo, star del cinema e produttore cinematografico, culturista e ben cinque volte vincitore del titolo di Mr. Universo (il massimo titolo in quest’ambito), e perfino Governatore della California per un certo periodo di anni.

Qualcuno penserà che non poteva desiderare di più, ma andrebbe anche sottolineato che Arnold ha anche sposato nel 1986 Maria Shriver imparentata molto saldamente con i Kennedy…

Arnold ce l’ha fatta. Ma non è stato sempre così. Arnold ricorda quando non aveva nulla se non la convinzione che la sua mente fosse la chiave per arrivare dove voleva andare.


“Quando ero giovane, mi immaginavo di essere e di avere quello che volevo. Mentalmente non ho mai avuto dubbi al riguardo. La mente è davvero così incredibile. Prima di vincere il mio primo Mr. Universo, giravo per il torneo come se lo possedessi. Il titolo era già mio. L’avevo vinto così tante volte nella mia mente che non c’era dubbio che l’avrei vinto. Poi quando sono passato al cinema, la stessa cosa. Mi immagino di essere un attore di successo e di guadagnare un sacco di soldi. Potevo sentire e assaporare il successo. Sapevo solo che sarebbe successo tutto”.

Fonte: John Kehoe, Mind Power, 1997, Vancouver, Canada: Zoetic Books, p.13-14

ADS

Qualche giorno fa ho iniziato a leggere Arnold: The Education of a Bodybuilder, disponibile purtroppo solo in lingua inglese, e non sono riuscito a smettere. Questo è uno di quei libri che volevo leggere da anni, ma non ci sono mai riuscito. In questo periodo, forse alla ricerca di un po’ di motivazione per la mia recente iscrizione in una palestra l’ho preso in mano e … avrei voluto averlo letto prima.

Il libro è diviso in 2 parti. La prima metà è una biografia della sua vita fino a poco prima dell’inizio della sua carriera cinematografica e la seconda metà è un programma di allenamento e dieta che ha creato. Mi concentrerò solo sulla prima metà del libro in questo articolo.

Crescendo, Arnold è stato uno dei miei eroi d’infanzia, al pari di Silvester Stallone o più di recente Will Smith. Ho sempre pensato che la sua storia di conquista del mondo del bodybuilding e poi del suo arrivo in America e della conquista di Hollywood fosse molto stimolante. Non conoscevo che metà della storia, però, fino ad ora.

Will Smith si sente responsabile della disinformazione sul Covid-19

La sua storia è davvero incredibile e condividerò alcuni dei principali messaggi da asporto che mi hanno colpito nel suo libro.

“Ricordo vividamente il primo vero allenamento che ho fatto come se fosse ieri sera. Ho guidato la mia bicicletta fino alla palestra, che era a otto miglia dal villaggio in cui vivevo. Ho usato bilancieri, manubri e macchine. I ragazzi mi hanno avvertito che mi sarei irritato, ma non sembrava avere alcun effetto. Ho pensato che dovevo essere oltre. Poi, dopo l’allenamento, ho iniziato a tornare a casa e sono caduto dalla bici. Ero così debole che non riuscivo a tenere le mie mani sul manubrio della bici. Non avevo sensibilità alle gambe: erano tagliatelle. Ero intorpidito, tutto il mio corpo ronzava. Ho spinto la bici per un po’, appoggiandomi su di essa. Mezzo miglio più avanti, ho provato a guidarlo di nuovo, sono caduto di nuovo e poi l’ho spinto per il resto della strada verso casa.

Questa è stata la mia prima esperienza con l’allenamento con i pesi e ne ero pazzo“.

Attitudine mentale positiva

L’unica cosa che Arnold menziona più e più volte dall’inizio alla fine è l’importanza dell’atteggiamento mentale positivo.

Ormai, l’abbiamo sentito tutti un milione di volte. Tuttavia, non lo vede come un cliché stanco: lui attribuisce il suo successo alla sua mentalità positiva.

Arnold sottolinea la necessità di evitare persone e ambienti negativi per mantenersi in uno stato mentale positivo e coerente.

Quando si è trasferito dalla sua piccola città natale in Austria a Monaco, ha notato che insieme a una città più grande arrivavano sogni più grandi e idee più grandi. Tutti non si accontentavano di essere nella media.

Il pensiero positivo ha giocato un ruolo enorme nell’allenamento e nella competizione di Arnold. Non appena un pensiero negativo sul sollevamento di un peso elevato o sulla vittoria di una competizione entra nella mente, hai già ammesso la sconfitta. Per ogni competizione che ha perso ricorda il momento esatto in cui ha ammesso la sconfitta nella sua mente.

Questo è qualcosa che ho notato nella mia vita. Ogni volta che ho creduto veramente in me stesso, al 100%, in qualsiasi situazione ci sono sempre riuscito. Tuttavia, raramente ho dubitato di me stesso e ci sono ancora riuscito. Questo vale per tutto, come sollevare pesi, avere una ragazza che volevo, guadagnare soldi, ecc.

Anche se nel complesso sono sempre stata una persona positiva, ho lasciato che il dubbio si insinuasse nella mia mente troppo spesso quando ero più giovane. Una delle cose migliori di Arnold è che ha capito in tenera età l’importanza di controllare il proprio stato mentale e come questo si traduce in un successo nella vita reale.

Avere una visione

Prendendo ancora di più l’atteggiamento positivo, Arnold è molto irremovibile sul valore di avere una visione della vita.

“all’età di 20 anni, sono andato a Londra e ho vinto il titolo di Mr. Universo, come il più giovane Mr. Universo mai esistito. Ed è stato così perché avevo un obiettivo e ho lavorato duro per raggiungerlo. Non puoi aggirare il duro lavoro, non importa chi sei, fatti il culo.”
Arnold Schwarzenegger

Non solo avere una visione chiara è importante, ma Arnold è un grande sostenitore della visualizzazione. Si preparava sempre per ogni allenamento visualizzando se stesso mentre completava con successo i suoi sollevamenti. Ha fatto questa stessa pratica anche prima delle gare di bodybuilding. Si immaginava di battere tutta la concorrenza e conquistare la folla.

Per riuscire a visualizzare con efficacia devi però essere esplicito su cosa vuoi e dove ti vedi andare. Arnold voleva essere l’uomo più robusto del mondo. Non voleva essere tra i primi 10 o il migliore in Europa, voleva essere il migliore al mondo.

Semplici Esercizi Per Manifestare I Tuoi Desideri

Naturalmente, avere una visione e riuscire a visualizzarla costantemente nella mente è solo l’inizio. Devi anche impegnarti, cosa che ha fatto, non è di certo rimasto in pantofole a occhi chiusi aspettando che gli si sviluppassero i muscoli.

Fai quello che ti piace

Arnold ha messo i suoi obiettivi al primo posto, ma si è comunque divertito.

Quando la tua vita è dedicata a qualcosa che ti piace davvero, puoi sempre trovare il modo di divertirti.

Ha raccontato storie di andare al lago con i suoi amici con loro portare pesi e birra. Avrebbero bevuto e sollevato casse di lattine fino a quando alla fine non sarebbero stati troppo ubriachi per sollevarne ancora. Poi cucinavano e facevano battute. Certo non è questo il modo migliore per allenarsi, ma il punto è che ha trovato il modo di divertirsi ogni tanto per spezzare la monotonia.

Arnold era dipendente dalla sensazione dell’allenamento. Alla gente piace sempre citare la sua famigerata battuta in Pumping Iron dove confronta la sensazione della pompa dal sollevamento al sesso. Invece di scrivervelo ve lo facciamo sentire da una clip:

Mettiti al Lavoro

Uno dei maggiori problemi che Arnold ha dovuto affrontare all’inizio è stato trovare il modo di permettersi di vivere, dal momento che non veniva pagato per allenarsi per tutte quelle ore che passava in palestra.

Un’altra particolarità di Arnold era che era disposto a lavorare sodo quando decideva di voler realizzare qualcosa. Si proiettava mentalmente nell’anno successivo guardava come avrebbe potuto fare per farcela. La maggior parte delle persone vuole risultati rapidi e si arrende troppo presto. Arnold ha sempre pianificato e dedicato molto tempo e duro lavoro. La parte ironica di ciò è che è stato in grado di ottenere risultati significativamente più rapidi rispetto agli altri bodybuilder del mondo ai suoi tempi, nonostante cercasse sempre di fare altri lavori nel poco tempo che gli restava a disposizione.

Ha avuto qualche aiuto lungo la strada, senza dubbio, ma non ha mai evitato di impegnarsi.

Impara sempre

Una delle mie qualità preferite in ogni persona è l’atteggiamento che non dovresti mai smettere di imparare.

Questo è qualcosa in cui ho sempre creduto io stesso e TUTTE le persone di grande successo di cui ho letto lo hanno sempre detto.

La vita ti consegnerà tutto, ma devi guadagnartelo. Devi trovare un modo per guadagnarti da vivere, per attrarre donne (o uomini) , per trovare amici e soci in affari e per sfruttare ogni opportunità che si presenta lungo la strada. Dato che sei il denominatore comune in tutti questi scenari, ha senso che investire in te stesso sia il miglior investimento che potresti fare.

Arnold cercava costantemente di saperne di più. Voleva viaggiare in America per allenarsi con i migliori bodybuilder del mondo in modo da poter imparare da loro. Ha analizzato come si sentiva dopo ogni allenamento per decidere quali esercizi funzionassero meglio e quali no. Ha chiesto critiche a giudici, concorrenti e amici su come avrebbe potuto migliorare il suo fisico e la sua routine di posa. Ha anche lavorato con un istruttore di danza classica per imparare a essere più aggraziato e migliorare la sua capacità di esibirsi sul palco.

Lavorare duro è una cosa, ma non puoi mai accontentarti di un certo livello di abilità o conoscenza. C’è sempre di più da raggiungere e da imparare e lui l’ha sempre saputo.

Sii onesto con te stesso

Una qualità che viene spesso trascurata nelle comunità di sviluppo personale è la brutale onestà con se stessi. Penso che le persone lo vedano come una cosa negativa, ma non sono d’accordo.

Arnold sentiva che molti bodybuilder evitavano di parlare dei loro punti deboli o comunque avevano difficoltà ad ammettere le proprie debolezze in se stessi. Lui invece voleva sempre conoscere le sue debolezze ed era brutalmente onesto con se stesso al riguardo. Sentiva che questo era il modo migliore per motivarsi e migliorare.

Questo è ciò che provo anche per la brutale onestà di sé. Nessuno è perfetto, ovviamente. Ciò non significa che non possiamo lottare per la perfezione. Anche se non raggiungeremo sempre la perfezione, ciò non significa che il risultato finale non sarà GRANDE.

La formula per il successo di Arnlod:

  • Setta un obiettivo
  • Fatti il culo
  • Raggiungi il successo/felicità

Facile no? … beh no… non è facile ma se sarai abbastanza motivato come lui potresti anche riuscirci…

Considerazioni finali

Arnold Schwarzenegger ha vissuto una vita degna di essere studiata.

La sua storia è stimolante e ci sono lezioni che tutti possiamo imparare, anche se non hai mai messo piede (ne mai lo farai), in una palestra. Le idee che Arnold promuove vengono trasferite a qualsiasi carriera o hobby.

Si scopre che tutto quel pensiero positivo spesso giudicato solo una pratica “new Age” nel senso peggiore, e la pratica della visualizzazione funzionano dopotutto, se applicati con un duro lavoro ovviamente.

“Il senso della vita non è semplicemente esistere, sopravvivere, ma andare avanti, salire, raggiungere, conquistare.”
Arnold Schwarzenegger

0 0 votes
Gradimento Articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments