Questo mudra si pratica per far in modo che un’intenzione prenda forma nella vita, dalla più semplice, alla più difficoltosa e deve essere sempre accompagnato dalla visualizzazione di ciò che si vuole ottenere.

Abbiamo cominciato ad affrontare il discorso dei mudra già in un precedente articolo, se sei arrivato direttamente qui e non sai di cosa stiamo parlando ti consigliamo di leggere prima “Mudra… o “Yoga delle mani” cosa sono?” e successivamente di tornare qui.

In breve sintesi i mudra non sono altro che delle particolari posizioni da assumere con le mani. In sanscrito il termine mudra significa sigillo.

OFFERTE PROMOZIONALI A TEMPO LIMITATO





Vi sono molte opinioni in merito all’interpretazione del termine “mudrā”; gli studiosi sostengono l’interpretazione legata all’origine etimologica del vocabolo, che identifica la posa della mano come un “sigillo”, una “stampa”, un “segno”, un “marchio”, un “simbolo”, un “gesto simbolico” oltre ad identificare nell’esoterismo, le varie divinità. (approfondisci su wikipedia)

Questi gesti sono così potenti ed efficaci che vengono utilizzati per ritrovare l’armonia, l’equilibrio e la salute. Sono molto semplici da eseguire, e sono in grado di sprigionare un’energia potentissima.

Questo tipo di movimenti infatti, liberano l’energia racchiusa nel nostro corpo nei nadis (canali dell’energia) e nei chakra (centri dell’energia). I Mudra attingono ad essa per aiutarci a raggiungere i nostri obbiettivi e a superare gli ostacoli della vita di ogni giorno.

Ma torniamo al nostro mudra dei desideri…

Questo Mudra, chiamato anche “Kubera Mudra” prende il nome da Kubera, la divinità indù della ricchezza. Si esegue mettendo insieme la punta del pollice, dell’indice e del medio. Anulare e mignolo toccano il centro della mano. Il Kubera Mudra va eseguito con entrambe le mani. A livello fisico, questo potente gesto, apre e decongestiona i seni nasali.

Si pratica per far in modo che un’intenzione prenda forma nella vita, dalla più semplice, alla più difficoltosa. Il Mudra viene accompagnato dalla visualizzazione di ciò che si vuole ottenere.

Ad esempio se il nostro desiderio fosse un nuovo lavoro, assumendo la posizione in stato meditativo, o quantomeno rilassato dovrete immaginarvi (e non solo pensare), mentre state per cambiare lavoro, o se non lo avete immaginare quale possa essere il lavoro che potrebbe rendervi appagati, quindi visualizzarvi mentre andate al lavoro, mentre vi guardate intorno nel nuovo ambiente lavorativo e sopratutto, potenziare la visualizzazione con le emozioni. Dovrete quindi, ed è fondamentale provare a risvegliare le emozioni che provereste se ciò che state immaginando fosse già qui nel pianoi materiale.

In questo modo le energie si allineeranno su più piani: fisico, mentale ed emozionale.

Questo permetterà di mandare un chiaro messaggio all’universo rispetto a ciò che desideriamo, ma attenzione… spesso i nostri desideri sono accompagnati dalla paura di non riuscire a realizzare ciò che si vuole, oppure a livello inconscio si potrebbe pensare di non meritare quello che si sta chiedendo, o ancora, sempre a livello inconscio si potrebbero temere i cambiamenti che l’esaudirsi di questo desiderio comporterebbe.

Tutto questo gioca un ruolo sfavorevole nel raggiungimento dei propri obiettivi, tenetelo sempre a mente, per questo noterete che alcuni desideri si realizzano subito, altri ci metteranno di più e altri ancora non si realizzeranno mai.

Per esempio se il desiderio è prettamente “materiale” e solo fine a se stesso difficilmente si realizzerà. Facendo un esempio, se si desidera “la ricchezza” e questa viene desiderata solo per il benessere materiale di una persona, la propria coscienza porrà dei blocchi, se invece, la ricchezza desiderata ha un fine superiore, per esempio ci si auspica con il denaro che si riceverebbe di fare un qualcosa di ben definito e che porti dei benefici meglio ancora se non solo a noi, tali blocchi saranno meno resistenti e si avranno maggiori possibilità di essere esauditi.

Nel caso in cui, la richiesta non sia semplice ed immediata, ma riguarda un progetto futuro, o magari una parte di noi che vogliamo risvegliare o guarire, il consiglio è di trovare qualche minuto ogni giorno da dedicare a questa pratica, più è “importante” il desiderio, maggiormente lunga potrebbe essere la pratica necessaria.

Associare il mudra alla meditazione, alla visualizzazione e infine anche ad un mantra e quanto viene sicuramente consigliato. Abbiamo trattato ampiamente il discorso dei mantra sul nostro blog e potrai vari articoli di approfondimento che ti consigliamo di leggere.

Un esempio di mantra da recitare per aiutare la concentrazione.

“Chiedo ciò che desidero e lascio che il resto accada. Sono pronto a ricevere con riconoscenza i doni della vita e a donarli a mia volta con generosità.”

Questo è solo un esempio ovviamente, se il mantra che sceglierete di recitare viene dal vostro profondo avrà maggiore efficacia.

Ma veniamo alla posizione

Questo semplice gesto ci aiuta a migliorare alcuni aspetti cognitivi, come la concentrazione, la sicurezza e l’autostima, ci aiuta a stabilire i nostri obiettivi e ad acquisire la forza per raggiungerli. Il Kubera Mudra è l’ideale per quando iniziamo un nuovo progetto e abbiamo bisogno della spinta giusta.

Qualcuno lo utilizza anche per trovare un parcheggio libero, un certo vestito, il libro giusto, l’informazione necessaria e così via… a livello fisico apre e decongestiona i seni nasali.

Il pollice rappresenta il fuoco mentre l’indice e il medio simboleggiano rispettivamente l’aria e lo spazio. Queste tre forze quando si uniranno insieme soddisferanno tutti i tuoi desideri e le tue aspirazioni.

Quindi ora non ti resta che rilassarti e seguire queste semplici istruzioni. Se ci vorrai lasciare una tua testimonianza qui sotto nei commenti sarà molto gradita e ci permetterà di crescere insieme come comunità.


Letture suggerite:


 

Se vuoi restare aggiornato sulle nostre prossime pubblicazioni, iscriviti alla newsletter e clicca sul banner che viene visualizzato quando si carica la home, riceverai un avviso discreto.

Commenta questo articolo se l’hai trovato interessante, o raccontaci la tua esperienza. Se noteremo interesse in questo argomento lo approfondiremo con ulteriori articoli, magari corredati da video esplicativi e dettagliati per i mudra più complessi per delle patologie.

ADV
karmaweb.net

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo messaggio o commento
Per favore inserisci qui il tuo nome e cognome