Come abbiamo già visto, l’Ayurveda è un sistema di guarigione che ha avuto origine migliaia di anni fa in India.

L’Ayurveda si basa sul concetto che una buona salute dipende dall’equilibrio tra mente, corpo e spirito.

Essa si concentra sul ripristino dell’equilibrio nel corpo attraverso un piano personalizzato che può includere massaggi, diete specializzate, erbe aromatiche, aromaterapia ed esercizio fisico.

Come dentro, così fuori.

Concetti ayurvedici

Secondo la teoria ayurvedica, tutti sono fatti di una combinazione di cinque elementi: aria, acqua, fuoco, terra e spazio. Questi elementi si combinano nel corpo per formare tre energie o forze vitali, chiamate dosha: vata, kapha e pitta. Sebbene esista un mix unico dei tre dosha, un dosha  solitamente è il più influente.

ayurveda-photo web
ayurveda-photo web

Nell’Ayurveda, si pensa che l’equilibrio dei dosha di una persona spieghi alcune delle sue differenze individuali e la probabilità di malattia. Si ritiene che un dosha squilibrato interrompa il flusso naturale di energia vitale, o prana. Si pensa che il flusso di energia interrotto comprometta la digestione e consenta l’accumulo di scorie corporee, o ama, ( fuoco) che compromettono ulteriormente l’energia e la digestione.

Il Vata dosha è una combinazione di etere e aria. Controlla il movimento ed è responsabile dei processi di base del corpo come la respirazione, la divisione cellulare e la circolazione. Le aree del corpo Vata sono l’intestino crasso, il bacino, le ossa, la pelle, le orecchie e le cosce. Le persone con Vata come loro principale dosha sono ritenute veloci e sottili,  ed essere sensibili all’ansia, alla pelle secca e alla stitichezza.

Il dosha Kapha rappresenta gli elementi dell’acqua e della terra. Si ritiene che Kapha sia responsabile della forza, dell’immunità e della crescita. Le aree del corpo di Kapha sono il petto, i polmoni e il liquido spinale. Le persone con kapha come loro principale dosha sono ritenute calme, hanno una corporatura solida e sono suscettibili a diabete, obesità, congestione sinusale e problemi alla cistifellea.

Il dosha Pitta combina fuoco e acqua. Si pensa di controllare gli ormoni e il sistema digestivo. Le aree del corpo di Pitta sono l’intestino tenue, lo stomaco, le ghiandole sudoripare, la pelle, il sangue e gli occhi. Si ritiene che le persone con pitta come i loro dosha primario abbiano personalità focosa, pelle grassa e siano suscettibili alle malattie cardiache, alle ulcere gastriche, all’infiammazione, al bruciore di stomaco e all’artrite.

ayurveda- photo web
ayurveda- photo web

Una valutazione iniziale con un medico ayurvedico può durare un’ora o più. Il professionista di solito fa domande dettagliate su salute, dieta e stile di vita e “ascolterà” sui polsi 12 diversi punti di impulso.

Il medico ayurvedico esamina anche la tua lingua per trovare indizi su aree del corpo che potrebbero essere sbilanciate. Si osserva anche l’aspetto della pelle, delle labbra, delle unghie e degli occhi.
Dopo la valutazione, il medico determinerà il tuo equilibrio unico di dosha. Un dosha è solitamente dominante e può essere squilibrato. Il praticante determina anche la tua costituzione.

Piani di trattamento

Dopo la valutazione, il medico ayurveda di solito crea un piano di trattamento individualizzato che include dieta, esercizio fisico, erbe, yoga, meditazione e massaggio. Il piano di trattamento generalmente si concentra sul ripristino dell’equilibrio a uno o due dosha.

  • Dieta: una dieta specializzata può essere raccomandata per bilanciare i dosha di una persona.
  • Pulizia e disintossicazione: questo può essere fatto attraverso il digiuno, clisteri, diete e trattamenti per il corpo.
  • Erboristeria: esempi di erbe e spezie ayurvediche sono curcuma, triphala, ashwaghanda, gotu kola, guggul e boswellia.
  • Yoga
  • Meditazione
  • Esercizio
  • Massaggi e trattamenti per il corpo: gli esempi includono l’abhyanga, un massaggio in stile ayurvedico e lo shirodhara, un trattamento che prevede un flusso di olio caldo infuso di erbe versato sulla fronte. Altri trattamenti per ritrovare l’equilibrio includono swedana, udvartina e pindasveda.
  • Tisane: tè Pitta , tè vata , tè kapha
ayurveda- photo web
ayurveda- photo web

L’insieme di tutte queste tecniche se seguite come il medico prescrive porta ad un buon ripristino del’equilibrio corpo-mente, portando nuova energia al nostro sistema vitale e aumentando la longività.

Conoscendo il proprio dosha  primario e seguendo la giusta dieta, si possono eliminare i rischi di malattia a cui si è più soggetti, poichè come già detto il cibo nell’Ayurveda è considerato una medicina.

Cos’è per te l’Ayurveda? Lascia il tuo commento e non dimenticare di iscriverti al sito per essere aggiornato sulla pubblicazione dei prossimi articoli.

Con questo articolo si conclude il viaggio su “Cos’è l’Ayurveda

Se ti sono sfuggiti gli articoli precedenti ti invito a leggerli qui:

  • Cos’è l’Ayurveda? | 1/4
  • Cos’è l’Ayurveda? | 2/4 La dieta ayurvedica
  • Cos’è l’Ayurveda? |  Esercizio fisico ayurvedico | 3/4

 

Non c’è niente di più bello e potente che imparare.

Quando impari a chiedere,

cominci ad ottenere.

Un abbraccio,

Roberta

Namaste

PS: sarei veramente contenta se tu lasciassi un commento con qualche feedback qui sotto il post.

A te prende un minuto del tuo tempo, per me è fonte di grande soddisfazione!

Grazie

 

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook

Disclamer dell'autore

Roberta
Roberta
Tutto quanto viene pubblicato su viviliberamente.com ha carattere puramente divulgativo e orientativo e non sostituisce assolutamente una consulenza medica.

Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni riportate nel sito saranno da considerarsi come assunte in piena autonomia decisionale e a proprio rischio.