L’

autostima è l’opinione che abbiamo di noi stessi. Quando abbiamo una sana autostima, tendiamo a sentirci positivi ed avere fiducia in noi stessi e nella vita in generale. Siamo in grado di affrontare meglio le situazioni 
Quando la nostra autostima è bassa, tendiamo a vedere noi stessi e la nostra vita in una luce più negativa e critica. Ci sentiamo anche meno in grado di affrontare le sfide che la vita ci offre.

Cosa causa bassa autostima?

La bassa autostima spesso inizia nell’infanzia. Insegnanti, amici, fratelli, genitori e persino i media ci inviano messaggi su noi stessi, sia positivi che negativi.

Per qualche ragione, il messaggio che non sei abbastanza bravo è quello che rimane con te.

Forse hai trovato difficile vivere all’altezza delle altrui o delle tue aspettative.

Lo stress e gli eventi della vita difficili, come una malattia grave o un lutto , possono avere un effetto negativo sull’autostima.

Anche la personalità può recitare una parte. Alcune persone sono solo più inclini al pensiero negativo, mentre altri stabiliscono standard incredibilmente alti per se stessi.

In che modo la bassa autostima influisce su di noi?

Se hai scarsa autostima o fiducia in te stesso, puoi nasconderti lontano dalle situazioni sociali, smettere di provare nuove cose ed evitare cose che trovi difficili.

“Nel breve periodo, evitare situazioni difficili e impegnative ti fa sentire molto più sicuro”,

afferma Chris Williams, professore di Psichiatria Psicosociale presso l’Università di Glasgow.

“A lungo termine, questo può ritorcersi contro perché rinforza i tuoi dubbi e paure di fondo, ti insegna la regola inutile che l’unico modo per farcela è evitare le cose.”

Vivere con una bassa autostima può nuocere alla salute mentale, portando a problemi come la depressione  e l’ ansia .

Potresti anche sviluppare abitudini inutili, come  fumare e  bere troppo.

Come avere una sana autostima

Per aumentare la tua autostima, devi identificare le convinzioni negative che hai di te stesso, e quindi sfidarle.

Puoi dire a te stesso che sei “troppo stupido” per fare domanda per un nuovo lavoro, per esempio, o che “a nessuno importa” di te.

Inizia a notare questi pensieri negativi e scrivili su un foglio di carta o in un diario. Chiediti quando hai iniziato a pensare in questo modo.

Successivamente, inizia a scrivere prove che mettono in discussione queste convinzioni negative: “Sono veramente bravo con le parole crociate” o “Sono bravissima a creare decorazioni natalizie”.

Annota altre cose positive su di te, come  “Sono un grande cuoco” o “Sono una persona di cui gli altri si fidano“.

Scrivi anche le cose buone che altre persone dicono di te.

Cerca di avere almeno 5 cose nella tua lista e aggiungile regolarmente. Quindi metti la tua lista da qualche parte, dove puoi vederla. In questo modo, puoi continuare a ricordarti che stai bene.

“Potresti avere poca fiducia ora a causa di quello che è successo quando stavi crescendo”, dice il professor Williams. “Ma possiamo crescere e sviluppare nuovi modi di vedere noi stessi a qualsiasi età.”

Altri modi per migliorare la bassa autostima

Ecco alcune altre semplici tecniche che possono aiutarti a sentirti meglio con te stesso.

Riconoscere ciò in cui sei bravo

Siamo tutti bravi in ​​qualcosa, che si tratti di cucinare, cantare, fare puzzle o essere un amico. Inoltre, tendiamo a divertirci a fare le cose in cui si è bravi, il che può aiutare a migliorare il tuo umore.

Costruisci relazioni positive

Se trovi che certe persone tendono a buttarti giù, prova a passare meno tempo con loro, o dirgli come ti senti riguardo alle loro parole o azioni.

Cerca relazioni con persone che sono positive e che ti apprezzano.

Sii gentile con te stesso

Il professor Williams consiglia: “Sii compassionevole con te stesso, questo significa essere gentile con te stesso nei momenti in cui ti senti autocritico.

“Pensa a ciò che diresti ad un amico in una situazione simile: spesso diamo consigli molto migliori agli altri che a noi stessi”.

Impara ad essere assertivo

Essere assertivi significa rispettare le opinioni e le esigenze degli altri e aspettarsi lo stesso da loro.

Un trucco è guardare le altre persone che agiscono in modo assertivo e copiare ciò che fanno.

“Non si tratta di fingere di essere qualcuno che non sei”, afferma il professor Williams. “Raccogli suggerimenti di persone che ammiri e lascia che il vero tu esca”.

Inizia a dire “no”

Le persone con bassa autostima spesso sentono di dover dire di sì ad altre persone, anche quando non lo desiderano.

Il rischio è che tu diventi sovraccarico, risentito, arrabbiato e depresso.

Per la maggior parte, dire di no può far sorgere sensi di colpa da  “stravolgere” le relazioni, quindi può essere utile continuare a dire no in modi diversi finché l’altro non riceve il messaggio.

Datti una sfida

Tutti noi ci sentiamo nervosi o abbiamo paura di fare le cose a volte. Ma le persone con una sana autostima non lasciano che questi sentimenti li fermino a provare cose nuove o ad affrontare sfide.

Datti un obiettivo, come partecipare a un corso di ginnastica o partecipare a un’occasione sociale. Raggiungere i tuoi obiettivi contribuirà ad aumentare la tua autostima.

Libri consigliati

Spero che tu possa provare lo stesso interesse che provo io nei confronti di questa incredibile disciplina.

Non c’è niente di più bello e potente che imparare.

Quando impari a chiedere,

cominci ad ottenere.

Un abbraccio,

Roberta

Namaste

PS: sarei veramente contenta se tu lasciassi un commento con qualche feedback qui sotto il post.

A te prende un minuto del tuo tempo, per me è fonte di grande soddisfazione!

Grazie

Commenta con il tuo account Facebook

Disclamer dell'autore

Roberta
Roberta
Tutto quanto viene pubblicato su viviliberamente.com ha carattere puramente divulgativo e orientativo e non sostituisce assolutamente una consulenza medica.

Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni riportate nel sito saranno da considerarsi come assunte in piena autonomia decisionale e a proprio rischio.