Hai mai avuto l’impressione di sentirti sfinito/a dopo aver trascorso del tempo in un certo luogo o in compagnia di una data persona? Alcune volte può dipendere da se stessi, o da un particolare periodo della propria vita, ma se questa che potremmo definire come “sensazione” o “stato d’animo” negativo si ripete nel tempo, nei medesimi luoghi o con le medesime persone potrebbe esserci un motivo e potresti aver bisogno di una protezione magica.

Magari in futuro approfondiremo la tematica parlando dei “vampiri energetici” e delle “eggregore”, per ora limitiamoci a comprendere bene questo fenomeno e ad individuare delle tecniche di protezione.

La scienza non ha ancora dimostrato la reale esistenza delle energie negative e la nostra capacità di assorbirle.

Eppure, come dicevamo spesso si ha l’impressione di sentirsi meglio quando si evita di trascorrere del tempo con certe persone o in determinati luoghi, mentre ci si sente ricaricati in spazi rilassanti e accanto alle persone giuste.

OFFERTE PROMOZIONALI A TEMPO LIMITATO




Ci sono molteplici strumenti per difendersi magicamente dalle influenze che riteniamo indesiderabili e creare una protezione magica per noi stessi, tuttavia il primo e più importante strumento di difesa che possediamo è la nostra mente.
Tutto accade dentro di noi: le forze negative esistono semplicemente perché fanno parte della natura umana. Questa è la semplice verità che sta dietro alla tradizione!

In primo luogo però dobbiamo convincerci che non esistono forze negative a priori: il mondo magico non è un mondo fatto di dati “oggettivi”, ma è un mondo di simboli, di impressioni, sensazioni una realtà “altra” che coinvolge il nostro sesto senso.

Fatta questa importante premessa, tutte le volte che parliamo di “negatività”, “influssi negativi”, “sfortuna” e così via, dobbiamo essere consapevoli che ciò che per me risulta negativo, può essere positivo per un’altra persona: per questo motivo non possiamo prescindere dalla soggettività.

Le negatività da cui ci dobbiamo difendere sono quindi qualcosa che riteniamo non desiderabile per noi. Qualcosa di non allineato alla nostra volontà.

Il male assoluto, quindi non esiste e non esistono forze malvagie con cui combattere: non esistono persone assolutamente negative o altre positive, ma possiamo trovarci in un momento più o meno critico della nostra vita in cui forze diverse sono in gioco.

Se pensiamo che alcune di queste forze ci stiano remando contro rispetto ad un risultato che vogliamo ottenere o rispetto a noi stessi, ciò che siamo, ciò che sentiamo, le cose che abbiamo creato, dobbiamo innanzitutto identificare il “potere” con cui abbiamo a che fare e la sua origine, prima di eseguire una qualsiasi operazione di autodifesa magica.

RICONOSCERE LE NEGATIVITA’

Per riconoscere questo potere la regola è partire in primo luogo da noi stessi e riconoscere in noi quello che ci disturba. Potremmo avvertire in noi un senso di paura ed oppressione, avere incubi ricorrenti, tono dell’umore depresso, fino ad arrivare ad vero e proprio cambiamento di carattere (spesso a notarlo saranno le persone che ci stanno accanto).

Questi che abbiamo appena elencato sono i cosiddetti sintomi “psichici”. Ma esistono anche dei veri e propri sintomi fisici degli influssi negativi come deperimento e astenia, avvertire odori particolari e sgradevoli, rumori inspiegabili, e ritrovamento di oggetti inconsueti, e non ci stiamo riferendo a cose eclatanti come bamboline trafitte da spilli! 🙂

DISTINGUO DALLE NEVROSI

Ovviamente e questo è più difficile in autoanalisi, dobbiamo distinguere tra esperienze psichiche e “allucinazioni” soggettive: dobbiamo cioè essere ben sicuri di non scambiare un’influenza negativa o un “attacco psichico”, cioè qualcuno o qualcosa che desiderano danneggiarci intenzionalmente, con un riverbero dei nostri complessi e nevrosi.

Una volta compreso che siamo stati “attaccati”, dobbiamo capire da dove proviene la negatività, è la parte più difficile perché solo l’intuizione ci può aiutare davvero in questo. A volte procederemo a tentoni, ma non sempre la prima medicina è quella che funziona.

Per difenderci dalle negatività possiamo affidarci agli elementi, ciascun elemento può contrastare efficacemente una precisa negatività se sappiamo come catturare le sue energie positive. Ecco alcune tecniche molto semplici, ma efficaci, che possiamo usare al bisogno.

ARIA: la magia degli incensi contro i vampiri psichici

Potremmo usare da bruciare in una incensiera su dei carboncini, i tre principali incensi solari: la luce “simbolica” di queste resine mescolate insieme spazzerà qualsiasi vampiro psichico, proprio come nella leggenda il Sole, la luce e il fuoco allontanano i vampiri del mito.

Prendiamo quindi una parte di Olibano, noto da secoli per la proprietà di purificare le entità maligne, tre parti di Copale, la resina che più di tutte le altre sembra aver cristallizzato i raggi stessi del Sole e il suo fuoco, e infine una parte di Benzoino che oltre all’influsso solare raccoglie anche gli influssi di Giove e attrae le energie positive che possono diventare un ottimo scudo e in parte le proietta nello psichismo mercuriale.

Assieme questi tre principi saranno da una parte un’“arma” magica repellente e al contempo uno scudo anche contro le influenze più insistenti e fastidiose di certe persone che assorbono tutte le nostre energie psichiche!

FUOCO: Bruciare l’invidia

La migliore difesa che possiamo creare utilizzando il potere del fuoco, è quella di ricorrere alla magia delle candele.

Se riteniamo di doverci difendere dall’invidia e cioè da quelle negatività che ci arrivano tendenzialmente in modo inconsapevole da alcune persone, innanzitutto dovremmo cercare di individuare la persona in questione e cercare di scoprire il suo segno zodiacale. Scoperto il segno zodiacale della persona compreremo una candela del colore del suo segno seguendo le corrispondenze di seguito. Ariete: Rosso; Toro: Verde scuro; Gemelli: Viola; Cancro: Argento; Leone: Giallo-Oro; Vergine: Marrone; Bilancia: Azzurro pastello; Scorpione: Nero; Sagittario: Porpora; Capricorno: Grigio; Aquario: Blu; Pesci: bianco.

Assieme a questa candela compreremo anche una candela verde chiaro, il colore dell’invidia, e poi dodici candele arancioni che formeranno il cerchio di fuoco in cui isoleremo la persona e la sua invidia. Incidiamo con una punta sulla candela zodiacale il nome della persona che ci porta le sue negatività.

Dovremmo avere organizzato un posto dove poter accendere tutte queste candele e lasciarle consumare fino alla fine. Possibilmente un sabato di Luna Calante.

Per prima cosa accenderemo la candela zodiacale e accanto a questa la candela verde dell’invidia: concentriamoci per un attimo visualizzando questa persona e lasciamo poi passare circa mezzora in cui entrambe le candele saranno accese. Attorno a queste due candele formiamo un cerchio di candele arancioni, non teniamole troppo vicine. Sarà questa la nostra barriera di fuoco: visualizziamo per qualche minuto questo muro di fuoco che impedisce alle influenze negative al suo interno di fuoriuscire e visualizziamole mentre si consumano tra le fiamme. Lasciamo consumare tutte le candele prestando attenzione al fatto che le candele al centro dovranno consumarsi prima di tutte le altre. Se questo non avviene dovremmo ripetere l’operazione.

Ovviamente come per qualsiasi rituale, questo non dovrà svolgersi in maniera meccanica, poichè, come abbiamo più volte ripetuto, il vero potere è nella nostra mente e nella nostra intenzione, quindi durante tutta la procedura sarà molto importante rimanere concentrati e presenti sul “problema” ed immaginarci già purificati pensando sempre a cose positive, per esempio a cosa faremo nelle nostre giornate quando ci sentiremo meglio eccetera.

ACQUA: Purificare gli oggetti

Non spenderemo molte parole sul potere che ha l’acqua di purificare gli oggetti, oltre che le persone! Basti pensare ai principali riti religiosi di purificazione a partire dal battesimo.

Se pensiamo di essere entrati in possesso di un oggetto che ha delle influenze negative, la cosa peggiore è quella di bruciarlo perché non faremmo che liberare il suo potenziale magico. Anche liberarcene buttandolo via ci servirà per la verità a poco, soprattutto se si tratta magari di qualcosa che ci è stato donato o che abbiamo ereditato: renderemmo perenne il legame con l’oggetto stesso. Certo potremmo pensare di donarlo a qualcuno… ma questa idea è poco carina. Se si tratta di un oggetto piccolo di cui non siamo sicuri della provenienza e che sospettiamo possa essere il frutto di un’operazione malevola nei nostri confronti dovremo in primo luogo tenere questo “testimone” nel sale ed eseguire il rituale di protezione degli arcangeli: ci libereremo di questo oggetto gettandolo in acqua corrente.

TERRA: Uno scudo contro gli spiriti

Quando riteniamo che le influenze negative vengano dai regni dell’invisibile, lo strumento principe per allontanare le influenze nefaste è ovviamente il sale. Dovrà essere sale marino, possibilmente grosso, meglio ancora grezzo. Il sale che vogliamo usare come protezione deve essere opportunamente benedetto.

Anche la stessa Chiesa ha le sue formule per l’esorcismo del sale che traggono spunto dal libro dei Re. Una formula altrettanto efficace per consacrare questo elemento è quella di prendere una lama e tracciare sul sale una stella a cinque punte. La stella dovrà avere una punta in alto e due in basso, si procederà dalla punta in alto, alla punta in basso a sinistra, poi verso la punta alla nostra destra, poi verso la punta alla nostra sinistra, poi alla punta in basso a destra e di nuovo alla punta in alto. Mentre tracciamo la stella pronunceremo le seguenti parole: “Che questa creatura di sale sia benedetta; che ogni malignità e ostilità esca da qui per lasciar entrare ogni bene; giacché io ti benedico, che tu possa aiutarmi, per tutti i sacri nomi del Divino”.

Per molti è anche sufficiente prendere del sale nella mano e raccogliersi in una meditazione veloce immaginando che ognuno di quei granelli avrà la capacità di attrarre e assorbire ogni influenza negativa presente nel luogo in cui lo andremo a depositare.

A questo punto potremmo utilizzare il sale per proteggere in primo luogo la stanza dove dormiamo. Metteremo qualche grano di sale in ciascuno dei quattro angoli della nostra stanza e lasceremo una ciotola pina di sale sotto il nostro letto. Lasceremo passare almeno sette giorni e sostituiremo il sale sotto al nostro letto e negli angoli ed estenderemo la protezione anche al resto della nostra casa mettendo il sale nei quattro angoli della nostra abitazione. La settimana successiva passeremo al luogo dove lavoriamo, con molta discrezione naturalmente, sempre ponendo qualche grano di sale negli angoli. Infine la quarta settimana estenderemo la protezione anche ai quattro angoli dell’isolato dove abitiamo o del nostro giardino, se ne abbiamo uno. Alla fine della quarta settimana tutto il sale residuo dovrà essere rimosso e gettato in acqua (meglio se in mare).

ALCUNI CONSIGLI GENERICI

Le energie negative possono avere diverse provenienze, ad esempio possono arrivare da persone che stanno provando molta rabbia e amarezza. In questo caso se proprio queste persone ci sono vicine, è importante stare accanto a loro cercando di mantenere una certa empatia, (in psicologia, è la capacità di porsi in maniera immediata nello stato d’animo o nella situazione di un’altra persona, con nessuna o scarsa partecipazione emotiva.) Quindi impegnandosi a comprenderle mantenendo la calma e senza lasciarsi trascinare dalle loro emozioni.

Va detto inoltre che avere un atteggiamento positivo verso la vita ci rende più forti ed è per questo che alcune persone in maniera del tutto naturale ci sembrano “inattacabili” e altre invece no.

IL NOSTRO RESPIRO

Il nostro respiro è tra gli elementi principali che ci mettono in contatto con le energie attorno a noi. La mente e il respiro sono collegati. Dunque quando ci troviamo in una situazione difficile non dobbiamo fare altro che cercare di fermarci e fare qualche respiro profondo per ritrovare la calma. Ad un respiro calmo infatti corrisponde una mente più tranquilla.

MIGLIORIAMO IL NOSTRO AMBIENTE

Cerchiamo anche di rendere il più possibile vivace e carico di energia positiva l’ambiente in cui viviamo. Ad esempio possiamo decorare la nostra casa scegliendo i colori che preferiamo e circondarci di piante, di bellezza e di opere d’arte, un insieme di stratagemmi che migliorano la vita e le nostre giornate. Ciò che ci fa stare bene dovrebbe essere sempre vicino a noi ovviamente… per fare un esempio, se hai la passione del cinema o della lettura, avere nella stanza in cui ti trattieni maggiormente una bella libreria piena di libri o film che ami, a livello inconscio, quando lo sguardo incontrerà qualcuno di questi elementi proverai una sensazione piacevole anche se non la percepirai direttamente.

MEDITIAMO

Cerchiamo, infine, sempre uno spazio di benessere dentro di noi che ci aiuti a ritrovare il sorriso, magari con l’aiuto della meditazione.

Secondo gli studi di Daniel Gilbert, ricercatore di Harvard specializzato nella “felicità”, una mente che divaga è una delle principali cause di infelicità. Le sue ricerche hanno mostrato che in media spendiamo il 46,9 per cento del nostro tempo svegli in pensieri sconnessi dall’attività a cui ci stiamo dedicando.

Praticamente, prestiamo più attenzione a quello che avviene fuori di noi che a noi stessi e questo ci fa vivere male. Viviamo cioè per qualcosa che è fuori di noi, non dentro.

La meditazione ci aiuta in questo senso, potete trovare delle guide su questo sito, dei video interessanti su youtube o meglio ancora leggervi un buon libro sull’argomento, questi sono i miei preferiti, adatti per chi è all’inizio, ma ce ne sono moltissimi altri validi.

ALTRI METODI DI PROTEZIONE MAGICA

Ci sono molti modi per creare intorno a sé un’atmosfera energetica positiva e protetta, ecco alcuni metodi conosciuti tra credenze e pseudo scienze:

Protezione Magica Angelica:

Immaginate la vostra aura, qual campo di energia che circonda il vostro corpo. Provate a “visualizzare” una nuvola fatta di luce sfolgorante che vi circonda.

Visualizzate ora la vostra energia come un mezzo capace di attingere dall’esterno vibrazioni cariche d’amore e di positività e di trasportarle dentro di voi distruggendo al contempo tutte le energia negative.

Chiedete quindi al vostro angelo custode che vi aiuti a irrobustire la vostra aura e a consolidare le energie positive.

l’Entità angelica più conosciuta è l’Arcangelo Michele, guerriero combattente con la spada nella mano, ricoperto da corazza, bellissimo e lucente. E’ l’Angelo liberatore del male: elimina le forze negative e protegge da attacchi di ogni genere. E’ sufficiente dedicargli una meditazione, accendere un incenso e una candela bianca e chiedere eliminazione delle energie negative, liberazione e protezione.

Visualizzazione:

La visualizzazione creativa è una tecnica che consiste nell’immaginare (visualizzare) delle cose o delle situazioni nella propria mente per provocarne la materializzazione e l’accadimento nella realtà.

La visualizzazione creativa è una tecnica spirituale di importanza fondamentale nel sistema di insegnamenti e pratiche del New Thought e del pensiero positivo e accompagna la pratica delle affermazioni positive (o preghiera affermativa). Essa viene teorizzata dagli esponenti del movimento fin dalla fine dell’Ottocento e uno dei primi autori a parlarne è Wallace Wattles, autore de La scienza del diventare ricchi da cui è ispirato “the secret” e tutto il mondo mediativo che vi gira intorno (secondo me da leggere entrambi assolutamente).

La differenza tra la visualizzazione creativa e il sogno ad occhi aperti consiste nel fatto che nell’atto di fantasticare la persona crea un’immagine o una scena mentale di cui è spettatore dall’esterno, mentre nell’atto della visualizzazione creativa colui che visualizza è al centro stesso della propria visualizzazione, la sperimenta in prima persona, sforzandosi di percepirla come il più reale possibile attraverso tutti i sensi.

Tecniche di visualizzazione sono rintracciabili anche nelle religioni orientali come il buddhismo così come in ambito scientifico tali tecniche sono state studiate e applicate ampiamente in campo sportivo dalla psicologia dello sport.

Un esempio rapido di tecnica lo potete vedere in questo video:

 

Pietre e cristalli:

molti cristalli hanno la proprietà di creare uno scudo protettivo, i talismani fatti con pietre sono utilizzati da tempo immemore. Le pietre più adatte sono nere (ad esempio la tormalina nera, l’ossidiana, la lacrima Apache).
Altre pietre molto efficaci: occhio di tigre, corniola, granato e cristallo di rocca.

Alcuni esempi:

 

Indossateli su collane, bracciali o anelli oppure tenete in tasca la pietra grezza o burattata.

Rinforzare il sistema energetico:

il sistema più efficace è il lavoro su di sé, che consente di eliminare le nostre debolezze, fortificando sempre più la nostra aura che, integra e ricca di energia positiva, impedisce naturalmente ogni genere di interferenza. Abbiamo dedicato all’argomento una intera sezione del nostro sito.

L’Aloe:

In Egitto, da sempre la pianta dell’aloe è ritenuta protettrice e portatrice di felicità se collocata presso le abitazioni e nei negozi; si crede infatti che possa proteggere il nucleo familiare assorbendo le energie negative portate da alcuni visitatori.

Chiudo con un video un po’ più impegnativo da seguire, ma molto interessante:

 

Disclamer dell'autore

Carla
Carla
Sono specializzata in content marketing, chief content officer e social media strategy, insomma tanti bei paroloni per dire che mi occupo di comunicazione aziendale. Mi piace scrivere, sono curiosa per natura e mi piacerebbe creare delle amichevoli discussioni sugli argomenti trattati.

Disclamer dell'autore:
Tutto quanto viene pubblicato su viviliberamente.com ha carattere puramente divulgativo e orientativo e non sostituisce assolutamente una consulenza medica.

Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni riportate nel sito saranno da considerarsi come assunte in piena autonomia decisionale e a proprio rischio.
ADV
karmaweb.net