lunedì, 4 Luglio 2022
banner karmaweb
HomeMaestri SpiritualiLa misteriosa Madame Blavatsky tra spiritualismo e scienza

La misteriosa Madame Blavatsky tra spiritualismo e scienza

Tempo stimato di lettura: 4 minuti

In precedenza, qui a viviliberamente.com, abbiamo parlato di Dion Fortune, probabilmente la donna più importante del misticismo durante il 20° secolo. Oggi esploreremo la vita e le realizzazioni della protagonista del 19° secolo: Helena Blavatsky. Come scoprirete, non era estranea alle polemiche, ricevendo aspre critiche da personaggi come Carl Jung e grandi elogi da altri come Leo Tolstoj.

Come Difendersi dagli Influssi Negativi e dagli Attacchi Psichici | Con audiolettura

Helena Blavatsky era la mistica, l’occultista e la medium più famosa e famigerata della fine del XIX secolo. In un’epoca piena di spiritualismo e occultismo, Madame Blavatsky, come era solitamente chiamata, nel 1875 ha co-fondato la Società Teosofica tuttora esistente, con l’obiettivo di una “sintesi di scienza, religione e filosofia”.

- Advertisement -

La Blavatsky nacque da una famiglia aristocratica in Russia nel 1831. Arrivò negli Stati Uniti nel 1873 dopo molti viaggi, la cui portata è dibattuta. Come scrive Mark Bevir, ” alcune persone dicono che ha visitato Maestri spirituali in Tibet , mentre altri hanno detto che aveva un figlio illegittimo, lavorava in un circo e si guadagnava da vivere come medium a Parigi”.

Nei successivi 24 anni, avrebbe visitato Il Cairo, Parigi, Grecia, Londra, Quebec, Texas, New Orleans, Messico, New York City, Indie occidentali, Bombay, Chicago, Salt Lake City, Kashmir e Birmania. Uff! È molto viaggiare. Oh, ed è anche sopravvissuta a un naufragio al largo delle coste africane.

Il i dettagli di questi viaggi, per quanto non confermati, sono piuttosto interessanti. Si dice che abbia corrotto capitani di navi, incontrato leader religiosi indiani, sia stata derubata dai Nativi americani, e sia caduta da cavallo finendo in coma per un breve periodo.

Questo per far capire quanto sia stata piena la sua vita per cui tratteremo solo alcuni passaggi che riteniamo i più interessanti.

Il suo viaggio in Tibet

La Blavatsky aveva incontrato qualcuno che considerava un “Maestro Asceso” – un guru spirituale con il quale sentiva una connessione psichica – di nome Moria che la incoraggiò ad andare in Tibet per trovare ciò che stava cercando.

Così, viaggiò a Costantinopoli e attraversò l’Eurasia, attraversando il trekking Turchia, Persia, Afghanistan e India, giunse finalmente in Tibet via Kashmir. Dovete sapere che ai tempi si trattava di un viaggio altamente rischioso e che aveva fatto desistere dall’intraprenderlo molti stdiosi. Gary Lachman disse detto che se Blavatsky avesse trascorso del tempo lì sarebbe stata “una delle più grandi viaggiatrici del diciannovesimo secolo” e forse tra le altre cose lo è stata.

Il suo resoconto del Tibet è visto come una rappresentazione straordinariamente accurata per l’epoca e la Blavatsky aveva anche una conoscenza abbastanza ampia del buddismo tibetano che non sarebbe stato facile da ottenere al di fuori del Tibet stesso.

Fondatrice della Teosofia

Helena Blavatsky alla fine sarebbe tornata a New York City e dopo molti anni incontrò il giornalista Henry Steel Olcott e l’occultista irlandese-americano William Quan Judge.

Rivelò loro la sua fusione di credenze e la varietà di interazioni psichiche che ebbe nel corso della sua vita e i tre insieme fondarono la Società Teosofica nel settembre 1875, un’organizzazione che esiste ancora oggi.

Probabile designe dell’emblema originale

 La Teosofia (letteralmente ” Saggezza Divina “) era, non una religione di per sé, ma piuttosto un insieme di credenze.

L’appartenenza alla Società Teosofica non richiedeva nemmeno di aderire o credere in tutto ciò che era negli scritti di Blavatsky, ma semplicemente che ogni membro si impegnasse a “formare un nucleo della Fratellanza Universale dell’Umanità senza distinzione di razza, credo, sesso, casta o colore” – in altre parole, ama il tuo prossimo.

In seguito nel 1877 la Blavatsky pubblicò “Isis Unveiled” (Iside svelata), che è fondamentalmente il suo schema di Teosofia, e l’interesse per la Teosofia esplose. L’edizione andò esaurita in poco tempo, tanto che in breve dovettero approntarsi delle ristampe. Oggi, a più di cento anni da allora, fatta eccezione per una ristretta cerchia di seguaci, sembra essere scomparsa anche la memoria di questo libro, sia tra il pubblico comune sia tra gli studiosi per altri versi interessati ad una ricostruzione, fin nelle pieghe più minute, delle correnti filosofico-scientifiche e delle ideologie dell’Ottocento.

A dimostrare sia quanto velocemente sia quanto influente divenne la Teosofia, va considerato che il il primo incontro ufficiale di Teosofia in assoluto fu nel settembre 1875 e nell’agosto 1878 meno di tre anni dopo, Thomas Edison (Sì, quel Thomas Edison) aveva aderito alla dottrina e non solo lui tantissimi nomi altisonanti negli anni fecero altrettanto, potete vedere chi a questo link, ma giusto per citare qualche altro nome di spicco che erano membri o avevano forti inclinazioni verso la teosofia citiamo Lewis Carroll, Arthur Conan Doyle, Jack London e Oscar Wilde.

L’India e la vita successiva

La Blavatsky in seguito lasciò l’America e si trasferì nell’India britannica con Henry Olcott. Si è capito che i due non erano sentimentalmente coinvolti, ma avevano un profondo legame spirituale.

Mentre era in India, la Blavatsky ha diffuso la sua comprensione della Teosofia ed è stata ampiamente accettata dalla popolazione indiana, in gran parte a causa dell’evidente influenza che la religione orientale aveva nella Teosofia. L’élite britannica, insieme ai missionari cristiani, era invece ovviamente contraria alla diffusione dei suoi insegnamenti, ma, a causa della popolarità della Teosofia, poté fare ben poco per annullarla.

I suoi anni in India, all’incirca dal 1879 al 1885, permisero alla Teosofia di radicare profonde radici nell’emisfero orientale. Quando Blavatsky lasciò l’India nel 1885, c’erano 121 Logge Teosofiche in tutto il mondo, di cui 106 in India, Birmania e Ceylon (l’attuale Sri Lanka).

Ad oggi, la maggioranza di coloro che si considerano membri di una Loggia Teosofica si trovano ancora in questa regione del mondo. La Blavatsky si ritirò dai suoi obblighi teosofici nel 1885 e tornò in Europa a causa di una malattia renale. Pubblicò un altro paio di libri sulla Teosofia e poi, nel 1891, contrasse l’influenza e morì all’età di 81 anni.

Un’opera in otto volumi di grande valore.

La Dottrina Segreta” di Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891) è uno dei testi fondamentali per lo studioso di Teosofia e per tutti i Ricercatori Spirituali. Lo scopo dell’opera era quello di dimostrare l’esistenza nel tempo di una realtà di conoscenze in possesso dei Maestri di saggezza e presente nelle Religioni, nei Miti, nelle Tradizioni etc..


audio libriD

i seguito trovate il PDF, ma ricordatevi sempre che avere in mano un vero libro, sfogliarlo e annusare le pagine fresche di stampa è una vera e propria esperienza sensoriale che ci consente di pregustare il momento in cui ci riapproprieremo del nostro tempo per affrontare la lettura, e lo “sforzo” dell’impresa ci permetterà d’immergerci nell’esperienza e assimilarne il contenuto meglio di qualsiasi audio lettura.

Per questo motivo proponiamo, quando possibile, i link diretti all’acquisto delle versioni cartacee dei libri. Il loro acquisto rappresenta anche l’unico ringraziamento possibile all’autore che ha condiviso con voi una parte della sua anima.



ATTENZIONE:

Alcune audioLetture, alcuni download e altri contenuti possono essere riservati ai soli iscritti.
Iscriversi è assolutamente gratuito e potrai cancellarti in qualsiasi momento.

ISCRIVITI o ACCEDI



Ultimo aggiornamento 2022-07-04 / Immagini reperite su Amazon

 

Viviliberamente.com vuole essere una guida nei percorsi personali di trasformazione della gente fornendo contenuti difficili da trovare o in alcuni casi anche nascosti.

Come i nostri membri, lo staff di Viviliberamente.com è guidato dalla curiosità, dalla passione e dal desiderio di crescere, mentre continuiamo nei nostri viaggi e ricerche spirituali.

Se c'è un argomento di cui vorresti saperne di più, faccelo sapere!!!

Ma sopratutto puoi anche unirti a Viviliberamente.com come autore che contribuisce e aiuta a connettere i lettori a persone e idee che alimentano una vita consapevole.

PER APPROFONDIRE VISITA QUESTA PAGINA.

Saremmo inoltre veramente contenti se tu lasciassi un commento con qualche feedback qui sotto il post. A te prende un minuto del tuo tempo, per noi è fonte di grande soddisfazione!

Grazie

 
 
 
 
 
 
 
 
 
0 0 votes
Gradimento Articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I NOSTRI SOCIAL

FollowerSegui
FollowerSegui
FollowerSegui
newsletter
Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Loading

In Evidenza

Perchè una meditazione “guidata” può aiutarti.

La scelta tra meditazione guidata e non guidata è interamente basata sulle preferenze personali. Alcune persone preferiranno una voce rassicurante che li guida per tutta...

ADS

spot_img

DA LEGGERE

- Advertisement -spot_img
it Italian
X
error: Funzione di copia del testo disabilitata !!
0
Would love your thoughts, please comment.x